FEBBRAIO   2 0 1 5


"LA VITA ANCHE DA QUI"

FOTO: PAOLO GENOVESI

...e poi un giorno, che arrivò senza chiamarlo, lei si trovò a terra, senza capirne nemmeno il motivo…

…e dopo i primi momenti di smarrimento iniziò subito a cercare di rialzarsi, perché così le avevano insegnato, perché quando si cade, bisogna cercare di rialzarsi…

Così ci provò ogni giorno, ogni momento della sua vita e più ci provava e più cadeva, e più cadeva e più il dolore e la sensazione di resa cresceva ad ogni caduta…

Più cadeva e più il dolore aumentava, e le forze piano piano sembravano diminuire e il senso di sconforto era sempre più forte.

Un giorno, trovandosi ancora seduta a terra e non riuscendo più a trovare le forze per rialzarsi, decise di non provarci per un po’.

Quel giorno scelse di rimanere seduta a terra, e iniziò a guardarsi intorno, abbandonò tutto lo sforzo che metteva ogni giorno per rialzarsi e lo impiegò per osservare tutto ciò che nel frattempo si era persa, non prestando attenzione a tutto ciò che succedeva intorno a lei…scoprì gli sguardi delle persone che non aveva visto e che tante volte le avevano offerto una mano per rialzarsi…

…scoprì tutti i sorrisi che in mezzo a quella fatica non era riuscita a ricambiare…

…scoprì che c’era un mondo che andava avanti senza di lei, mentre lei era impegnata a rialzarsi, senza prestare attenzione a ciò che succedeva intorno a lei…

Seduta per terra, da quella posizione che sembrava di resa e di sconfitta, scoprì che c’erano tante cose che poteva osservare, tante cose che poteva imparare e che si era persa cercando di rialzarsi subito a tutti i costi, quando invece il motivo per cui non riusciva a rialzarci era proprio perché doveva imparare a guardare il mondo da seduta. Era da quella posizione che avrebbe dovuto guardare il mondo per un po’, per scoprire tutto ciò che quando era in piedi non aveva ancora imparato. La vita l’aveva fatta cadere, e lei doveva comprenderne il senso e solo quando l’avrebbe capito, si sarebbe alzata, si sarebbe trovata in piedi e non se ne sarebbe nemmeno resa conto. Tutto quello sforzo e quella sofferenza che impiegava ogni giorno per rialzarsi non serviva, perché le impediva di imparare altre cose che fino a quel momento ancora non conosceva.

Buona visione a tutti voi che siete seduti a terra… anche da lì il mondo è pieno di tanta luce…

(PAROLE: Simona Atzori)